NiguardaToday

Il Comune di Milano non si difende e il giudice annulla le multe dell'autovelox di viale Testi

Sono state depositate le motivazioni della sentenza del giudice di pace che ha dato ragione ad un automobilista che era stato multato quattro volte nel giro di pochi giorni. I dettagli

Repertorio

Un automobilista è riuscito nell'impresa di farsi annullare due multe ricevute dall'autovelox di viale Fulvio Testi - quello tra piazzale Istria e viale Ca' Granda - dal giudice di pace. Le sanzioni, 169 euro l'una, avevano comportato anche una perdita di quattro punti dalla patente.

Una sentenza le cui motivazioni sono state recentemente depositate. "Il ricorrente ha mosso precise contestazioni di fatto e di diritto, che necessitavano di puntuale replica da parte dell'Amministrazione (comunale)". Replica che non c'è stata. E' quanto si legge nella sentenza del giudice di pace che ha accolto il ricorso di un automobilista, come spiega Il Giorno.

"E l'Amministrazione, con il suo comportamento processuale, è incorsa in una insufficienza probatoria che non può che comportare l’accoglimento del ricorso e l'annullamento dell’atto opposto. Non si è curata di dimostrare la correttezza del procedimento sanzionatorio né di contestare le ragioni del ricorrente". 

Una decisione che 'rischia' di fare tornare la speranza alle quasi 900 persone che ogni giorno ricevono una multa proprio da quegli "Per la prima volta – è il commento dell’avvocato Eleonora Restifo, che ha assistito l'automobilista – vengono annullate sanzioni inflitte dall’autovelox di viale Fulvio Testi. Ci sono tanti punti oscuri da chiarire».

«Le violazioni - prosegue - non sono state subito notificate; la mancata contestazione immediata della prima infrazione ha comportato le successive violazioni, commesse in un lasso di tempo ravvicinato. L’installazione dell’autovelox non sarebbe dovuta avvenire su un lampione, soggetto a oscillazioni. E non si ha la prova che il dispositivo sia posizionato all’altezza giusta. Né i cartelli sono del colore corretto, perché sono in arancione (secondo il codice della strada, l’arancione è per taxi e scuolabus)".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le due multe annullate fanno parte di un 'pacchetto' di quattro multe prese dal cittadino in questione che guidava l'auto aziendale e nel corso di una settimana le ha preso le quattro infrazioni: il 18, il 21, il 22 e il 24 dicembre. Ora in tanti - quelli del ricorso collettivo al Tar - sperano di spuntarla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Lotto, doppia vincita record a Cassano Magnago: due quaterne da oltre 400mila euro

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento