NiguardaToday

Bisca clandestina e dormitorio abusivo: nei guai cinesi irregolari

Una mini "Las Vegas", con dormitorio abusivo (stretti in pochi metri quadrati) a "10 euro a notte"

Un appartamento posto sotto sequestro e 7 cinesi clandestini identificati, tra cui uno denunciato per organizzazione di gioco d’azzardo. È questo il bilancio dell’operazione svolta dagli agenti dell’Unità anti-abusivismo della polizia locale milanese, che ha consentito di scoprire un dormitorio con bisca clandestina in piazza Nizza, zona Maciachini.

In particolare, nell’appartamento (3 locali per 80 metri quadri), erano stati sistemati 15 posti letto che venivano pagati 10 euro al giorno. I vigili hanno anche trovato 3 tavoli ‘verdi’ da quattro giocatori ciascuno e requisito 10 mazzi di carte da poker, 30 dadi e 600 tessere da ‘mahjong’.

Potrebbe essere stato proprio il rumore delle tessere mescolate, avvertito nelle ore notturne, a insospettire i residenti dello stabile che, dopo aver notato anche un insolito viavai di persone con trolley e bagagli di vario genere, hanno segnalato il contesto alla Locale e consentito l’avvio delle indagini.

Sette i cinesi trovati nell’appartamento, tra i 40 e i 50 anni, tutti senza permesso di soggiorno. Tra questi, uno è risultato destinatario di un ordine di espulsione emesso dalla questura di Sassari lo scorso luglio.

Mentre a carico di Z. L., gestore del ‘tapù’ (così vengono definiti dagli asiatici gli appartamenti adibiti a dormitorio) e organizzatore della bisca (scattata la denuncia per gioco d’azzardo), è risultato un decreto di espulsione emesso dalla questura di Milano nel settembre del 2010.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’appartamento, un seminterrato abitabile di proprietà di un italiano e regolarmente affittato ad un cittadino cinese (che non si trovava nell'edificio al momento dell’operazione), è stato posto sotto sequestro. Proseguono le indagini per accertare ulteriori responsabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Si schianta in moto contro un pullman di linea: turista milanese muore sul Lago Maggiore

  • Lotto, doppia vincita record a Cassano Magnago: due quaterne da oltre 400mila euro

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Milano, incentivi fino a 21mila euro per le partite Iva che cambiano auto: come chiederli

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento