NiguardaToday

Rapina e stupra una 70enne: aveva già fatto 10 anni di carcere per reato simile. Salvini: "Castrazione"

L'attività di indagine della polizia che ha portato all'arresto del romeno 42enne

Fermato nel Mantovano

E' stato fermato dalla Mobile di Milano un cittadino rumeno di 42 anni con precedenti specifici come il presunto autore della violenza sessuale aggravata e della rapina aggravata commesse lo scorso 21 settembre ai danni di una donna di 70 anni, dopo essere entrato nella sua abitazione in zona Comasina. L'uomo ora si trova in carcere a Mantova.

Secondo la ricostruzione della polizia, il romeno si era introdotto nella casa della donna e, dopo averla minacciata con l’intenzione di farsi consegnare quanto di prezioso custodisse in casa, al rifiuto della donna si era reso responsabile di violenza sessuale per poi darsi alla fuga.

Nel corso dell’indagine coordinata dalla Procura di Milano gli agenti hanno individuato il 42enne a Quistello (Mantova), dove aveva trovato appoggio presso dei conoscenti.

Grazie ai movimenti registrati dal telefono cellulare che l’uomo aveva asportato alla signora, è stato possibile appurare che, in un primo momento, si era trattenuto a Milano, per poi spostarsi nel mantovano.

Determinanti per l’acquisizione e la certificazione della prova le tracce biologiche rinvenute dagli agenti della Polizia Scientifica durante il sopralluogo nell’abitazione della vittima. Pertanto l’Autorità Giudiziaria ha emesso nei suoi confronti un fermo domenica mattina con la collaborazione della Squadra Mobile della Questura di Mantova.

L’uomo fermato aveva un precedente specifico, perpetrato nel 2009 a Genova nei confronti di una donna di 30 anni, in circostanze analoghe per il quale aveva appena finito di scontare 10 anni di reclusione, scontati fino al 2012 in un carcere italiano per poi terminare la pena in Romania.

Salvini: "Castrazione chimica"

"Castrazione chimica" per "lo schifoso che qualche giorno fa aveva rapinato e stuprato una donna di 70 anni in casa sua a Milano. Un recidivo. Era già stato rispedito in Romania per un'altra violenza di dieci anni fa ma, uscito dal carcere, ha pensato bene di tornare subito in Italia!".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, su Facebook. "Posto che questo soggetto dovrebbe essere subito restituito alle patrie galere (e questa volta suggerisco di buttare la chiave) - aggiunge Salvini - confermo l'opportunità della castrazione chimica farmacologica per 'curare' questi infami: altri Paesi la sperimentano da anni, perché in Italia no?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento