NiguardaToday

Ecco il nuovo grattacielo milanese di Unipolsai: un "nido" avveniristico di quasi 100 metri

Le immagini e la descrizione di Urbanfile. Dove sorgerà e che cosa verrà inserito

La nuova torre

Un "nido" verticale di 96 metri. Giardini pensili, sedute, uffici. E' questo l'avveniristico progetto del nuovo Centro direzionale milanese di Unipolsai, in piena zona Porta Nuova. Ne parla Urbanfilenoto e sempre informatissimo portale di architettura. Sorgerà dove era prevista la realizzazione della torre dell’Hotel Gilli, poi cancellata.

"L’edificio sarà alto circa 96 metri, dalla pianta ovale e avrà un rivestimento in legno, metallo e vetro. Una sorta di nido in verticale che si sviluppa con una struttura reticolare romboidale. L’interno sarà una grande hall collegata alla piazza pedonale antistante e a via Melchiorre Gioia; lo spazio sarà caratterizzato da una serie di terrazzamenti di forma ellittica che si affacceranno sull’ingresso formando una suggestiva ‘corte’", spiega Urbanfile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto e dello studio Mario Cucinella Architects. Oltre agli uffici, ci saranno un auditorium e un bar ristorante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Francesco, 18 anni e i polmoni "bruciati" dal Coronavirus: salvato col trapianto da record

Torna su
MilanoToday è in caricamento