NiguardaToday

Tenta di usare carta di credito rubata al supermercato, arrestato

Il fatto

Un Carrefour Market aperto 24 ore su 24 (Repertorio)

Stava cercando di pagare con una carta di credito la spesa appena effettuata al Carrefour Market di piazzale Principessa Clotilde, aperto 24 ore su 24. Ma gli addetti si sono insospettiti. Il giovane, infatti, appariva piuttosto «trasandato», come riferisce la questura.

La vigilanza del supermercato ha così avvertito la polizia affinché effettuasse un controllo.

Gli agenti si sono recati sul posto - erano le quattro di notte, minuto più minuto meno - e hanno verificato che, effettivamente, quel ragazzo di 20 anni non era il titolare della carta, risultata invece rubata. Così lo hanno arrestato. Si tratta di un cittadino italiano con origini nordafricane.

Furto carta di credito: quando l'avvertimento tempestivo non basta

Abbiamo recentemente ricevuto una email da un lettore che è rimasto vittima di un furto effettuato la sera del 20 luglio, di cui avevamo anche dato notizia su MilanoToday. Qualcuno aveva infranto il vetro dell'auto del lettore e aveva portato via uno zaino con, all'interno, la carta di credito e le tessere bancomat.

Il racconto del lettore è emblematico del fatto che non sempre è sufficiente avvertire per scoprire l'autore di un furto o comunque colui che ha in mano la carta di credito rubata. Se in piazzale Principessa Clotilde gli addetti alla vigilanza del Carrefour Market hanno fatto la differenza, il lettore ci riferisce che, la sera del 20 luglio, si trovava faccia a faccia con agenti di polizia (in servizio di sorveglianza all'entrata dello Scalo Farini, in occasione della festa del Pd) proprio mentre gli arrivavano, via sms, gli utilizzi della sua carta di credito. 

«Ho mostrato agli agenti - scrive il lettore nella sua email - i nomi dei due esercizi commerciali in cui la mia carta risultava appena utilizzata. In quel momento ero al telefono proprio per bloccare la carta, così ho chiesto loro di comunicare loro stessi con la centrale operativa per vedere cosa si poteva fare. Uno dei due agenti si è allontanato col telefono, dopo poco è tornato e mi ha detto di denunciare».

«Negli sms erano citati i nomi dei negozi. Una rapida ricerca su Google - prosegue il lettore - mi ha permesso di notare che fossero praticamente attaccati l'uno all'altro, in via Padova e in via Clitumno. Mi chiedo perché non è stata mandata una pattuglia sul posto, in un'area che presumo già piuttosto controllata dalle forze dell'ordine». 

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

Torna su
MilanoToday è in caricamento