NiguardaToday

Milano, barista massacrato da un gruppo di clienti: ha rischiato di perdere un occhio

E' quanto è accaduto ad un barista di viale Suzzani a Milano. Pochi giorni prima una rapina

Frame del pestaggio (Da Il Giorno.it)

Una rapina ed un pestaggio violentissimo con lessioni gravissime ad un occhio. E' quanto è accaduto ad un barista di viale Suzzani a Milano tra la fine di dicembre e l'inizio di gennaio.

Prima la rapina il 17 dicembre: due banditi, come riferisce Marianna Vazzana su Il Giorno, affiancano papà e figlia (gestori del locale) mentre camminano ad alcune centinaia di metri dal bar. Bloccano lei, spingono lui e si impossessano del bottino di circa 35mila euro, "soldi che avremmo dovuto versare per i tabacchi venduti, Gratta e Vinci, slot e Lotto", ha spiegato la ragazza. Le indagini sono in mano al commissariato Greco-Turro diretto da Angelo De Simone.

Poi l'aggressione, probabilmente non collegata al precedente episodio. "Il 2 gennaio, attorno alle 18.20: mio marito è stato aggredito ed è ancora in ospedale. Ha rimediato 15 giorni di prognosi per danni all’osso sotto l’occhio sinistro e un taglio sulla fronte; è stato operato mercoledì e per fortuna l’operazione è andata bene ma in un primo momento abbiamo temuto potesse perdere l’occhio", ha raccontato la moglie dell'uomo alla giornalista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un pestaggio rimasto immortalato nelle immagini della telecamera di videosorveglianza. Lo ha ricostruito la figlia: "C’era un gruppo di ragazzi molto giovani, ai tavolini. Avevano sporcato a terra con fazzoletti, mozziconi e sputi. Mio padre stava pulendo e loro lo trattavano senza rispetto buttando a terra altri oggetti. C’è stato un primo spintone e una prima aggressione. A quel punto uno di loro ha sostenuto che fosse stato mio padre a colpirli e ad aver importunato una delle loro ragazze, incinta. E ha chiamato il padre che si è presentato a dare manforte. Poi mio papà è stato assalito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

Torna su
MilanoToday è in caricamento